FIX: Errore di INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA in Windows 10

Fix Phase1 Initialization Failed Error Windows 10


  • L'errore PHASE1 INITIALIZATION FAILED è un errore BSoD solitamente causato da software o difettosohardware. Il primo passo è aggiornare il tuo sistema.
  • Quindi, prova a utilizzare lo strumento di risoluzione dei problemi integrato di Windows 10. Questo strumento può risolvere praticamente qualsiasi problema relativo al sistema a cui puoi pensare, inclusi i problemi BSOD.
  • Gli errori BSoD sono piuttosto elusivi perché possono essere causati da così tanti problemi. Tuttavia, visitando Sezione di risoluzione dei problemi BSoD può aiutarti a risolverlo in pochissimo tempo.
  • A nessuno piacciono gli errori di Windows. Ecco perché li risolviamo e li pubblichiamo nel nostro Hub degli errori di Windows 10 .
come correggere l Per risolvere vari problemi del PC, consigliamo Restoro PC Repair Tool: Questo software riparerà gli errori comuni del computer, ti proteggerà dalla perdita di file, malware, guasti hardware e ottimizzerà il tuo PC per le massime prestazioni. Risolvi i problemi del PC e rimuovi i virus ora in 3 semplici passaggi:
  1. Scarica Restoro PC Repair Tool fornito con tecnologie brevettate (brevetto disponibile Qui ).
  2. Clic Inizia scansione per trovare problemi di Windows che potrebbero causare problemi al PC.
  3. Clic Ripara tutto per risolvere i problemi che influenzano la sicurezza e le prestazioni del tuo computer
  • Restoro è stato scaricato da0lettori questo mese.

Gli errori del computer sono un evento comune, ma senza dubbio, Schermo blu della morte gli errori sono uno degli errori più gravi su Windows 10 .



Questi errori sono generalmente causati da software o hardware difettoso.

E poiché sono un problema così grave, oggi ti mostreremo come correggere l'errore FASE1 INITIALIZATION FAILED.



Come posso risolvere BSoD INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA su Windows 10?

  1. Assicurati che il tuo Windows sia aggiornato
  2. Aggiorna i tuoi driver
  3. Esegui la risoluzione dei problemi BSOD
  4. Esegui la scansione SFC
  5. Esegui DISM
  6. Controlla il disco rigido
  7. Copia le cartelle Catroot, Catroot2 e CodeIntegrity da un PC funzionante
  8. Disinstalla temporaneamente il tuo software antivirus
  9. Verificare la presenza di software problematico
  10. Eseguire Ripristino configurazione di sistema o ripristinare il PC
  11. Controlla il tuo hardware

I passaggi per risolvere l'inizializzazione della fase 1 non sono riusciti

Soluzione 1: assicurati che il tuo Windows sia aggiornato

Microsoft lavora costantemente su Windows 10 e, se desideri ottenere le ultime funzionalità di Windows 10, ti consigliamo di farlo Aggiornamento Windows regolarmente.



Oltre alle funzionalità più recenti, questi aggiornamenti offrono sicurezza e correzioni di bug e spesso risolvono molti problemi hardware e software.

Quindi, se hai problemi con l'errore BSoD INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA, ti consigliamo di aggiornare Windows 10 il prima possibile.

Soluzione 2: aggiorna i driver



I driver sono un componente chiave di Windows 10 e se un determinato driver non funziona correttamente, ciò può causare la visualizzazione di un errore BSoD.

Per aggiornare un determinato driver, è necessario visitare il sito Web del produttore dell'hardware, trovare il modello del dispositivo che si desidera aggiornare e scaricare i driver più recenti.

In alternativa, puoi scaricare tutti i file necessari utilizzando Gestione dispositivi. Per aggiornare i tuoi driver utilizzando Gestione dispositivi, segui questi passaggi:

  1. stampa Tasto Windows + X aprire Menu per utenti esperti e seleziona Gestore dispositivi dall'elenco.
    gestore dispositivi
  2. Quando ilGestore dispositivisi apre, individua il driver che desideri aggiornare, fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli Aggiorna il software del driver .
    aggiornamento-driver-software
  3. Scegliere Cerca automaticamente il software del driver aggiornato e attendi che il processo finisca.
    sfoglia-il-mio-software-driver

Aggiorna automaticamente i driver

La ricerca di driver da soli può richiedere molto tempo. Quindi, ti consigliamo di utilizzare uno strumento che lo farà automaticamente per te.

L'utilizzo di un programma di aggiornamento automatico dei driver ti salverà sicuramente dal fastidio di cercare manualmente i driver e manterrà il tuo sistema sempre aggiornato con i driver più recenti.

codice di errore: -130 non è riuscito a caricare la pagina web (errore sconosciuto).

Driver Updater di Tweakbit (approvato da Microsoft e Norton Antivirus) ti aiuterà ad aggiornare automaticamente i driver e a prevenire danni al PC causati dall'installazione di versioni di driver sbagliate.

Dopo diversi test, il nostro team ha concluso che questa è la migliore soluzione automatizzata.

Ecco una guida rapida su come usarlo:

  1. Scarica e installa TweakBit Driver Updater finestra di avvio del programma di aggiornamento del driver
  2. Una volta installato, il programma inizierà automaticamente la scansione del PC alla ricerca di driver obsoleti. Driver Updater verificherà le versioni dei driver installati rispetto al database cloud delle ultime versioni e consiglierà gli aggiornamenti appropriati. Tutto quello che devi fare è attendere il completamento della scansione.
    processo di scansione del programma di aggiornamento del driver Tweakbit
  3. Al termine della scansione, si ottiene un rapporto su tutti i driver problematici rilevati sul PC. Rivedi l'elenco e verifica se desideri aggiornare ogni driver individualmente o tutto in una volta. Per aggiornare un driver alla volta, fare clic sul collegamento Aggiorna driver accanto al nome del driver. Oppure fai semplicemente clic sul pulsante Aggiorna tutto in basso per installare automaticamente tutti gli aggiornamenti consigliati.
    Aggiornamento automatico completato
    Nota: Alcuni driver devono essere installati in più passaggi, quindi dovrai premere più volte il pulsante 'Aggiorna' fino a quando tutti i suoi componenti non saranno installati.

Soluzione 3: esegui la risoluzione dei problemi BSOD

Ora proveremo lo strumento di risoluzione dei problemi integrato di Windows 10. Questo strumento può risolvere praticamente qualsiasi problema relativo al sistema a cui puoi pensare.

Compresi i problemi BSOD. Quindi, potrebbe aiutare con l'errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA.

Ecco come eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi integrato di Windows 10:

  1. Vai al App Impostazioni e
  2. Vai al file Aggiornamento e sicurezza sezione.
  3. Selezionare Risolvi i problemi dal menu a sinistra.
  4. Selezionare BSOD dal riquadro di destra e fare clic su Corri il risoluzione dei problemi .
  5. Segui le istruzioni sullo schermo per completare la risoluzione dei problemi.

Soluzione 4: eseguire la scansione SFC

La scansione SFC è un altro strumento di risoluzione dei problemi che proveremo qui.

È possibile eseguire la scansione SFC dalla riga di comando ed esegue anche la scansione del computer alla ricerca di potenziali difetti e li risolve (se possibile).

Ecco come eseguire la scansione SFC in Windows 10:

  1. Vai a Cerca, digita cmd e apri Prompt dei comandi come amministratore.
  2. Immettere la riga seguente e premere Invio: sfc / scannow
  3. Attendi fino al termine del processo (potrebbe essere necessario un po 'di tempo).
  4. Ora chiudi il prompt dei comandi e riavvia il computer.

Soluzione 5: eseguire DISM

E il terzo strumento che eseguiremo è DISM. Deployment Image Servicing and Management è uno strumento che ricarica l'immagine del sistema, che tende a risolvere potenziali problemi.

Quindi, potrebbe essere utile anche quando si risolve l'errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 FALLITA.

Ti guideremo attraverso sia lo standard che la procedura che utilizza il supporto di installazione di seguito:

  • Modo standard
  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Start e aprire il prompt dei comandi (amministratore).
  2. Incolla il seguente comando e premi Invio:
      • DISM / Online / Cleanup-Image / RestoreHealth
  3. Attendi il termine della scansione.
  4. Riavvia il computer e prova ad aggiornare di nuovo.
  • Con il supporto di installazione di Windows
  1. Inserisci il tuo supporto di installazione di Windows.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e, dal menu, scegliere il prompt dei comandi (amministratore).
  3. Nella riga di comando, digita i seguenti comandi e premi Invio dopo ciascuno:
    • dism / online / cleanup-image / scanhealth
    • dism / online / cleanup-image / restorehealth
  4. Ora, digita il seguente comando e premi Invio:
    • DISM / Online / Cleanup-Image / RestoreHealth /source:WIM:X:SourcesInstall.wim:1 / LimitAccess
  5. Assicurati di cambiare un file X valore con la lettera dell'unità montata con l'installazione di Windows 10.
  6. Al termine della procedura, riavvia il computer.

Soluzione 6: controllare il disco rigido

ark survival evoluto correzione delle prestazioni

Se c'è un problema con il tuo disco rigido o le tue partizioni, gli errori BSOD sono del tutto possibili. Quindi, eseguiremo un test per vedere se tutto è al suo posto.

Ecco come controllare lo stato del disco rigido in Windows 10:

  1. Inserisci il Avvio avanzato (Riavvia il computer tenendo premuto il pulsanteCambiochiave).
  2. Scegliere Risoluzione dei problemi> Opzioni avanzate .
  3. Selezionare Prompt dei comandi dall'elenco delle opzioni.
  4. Quando viene visualizzato il prompt dei comandi, immettere le seguenti righe e premere Invio dopo ogni riga per eseguirlo:
    • bootrec.exe / rebuildbcd
    • bootrec.exe / fixmbr
    • bootrec.exe / fixboot
  5. Alcuni utenti suggeriscono anche che è necessario eseguire ulteriori chkdsk comandi pure. Per eseguire questi comandi, è necessario conoscere le lettere di unità per tutte le partizioni del disco rigido. Nel prompt dei comandi dovresti inserire quanto segue (ma ricorda di usare le lettere che corrispondono alle partizioni del tuo disco rigido sul tuo PC):
    • chkdsk / r c:
    • c hkdsk / r d:

    Questo è solo il nostro esempio, quindi tieni presente che devi eseguire il comando chkdsk per ogni partizione del disco rigido che hai.

  6. Riavvia il computer e controlla se il problema è stato risolto.

Soluzione 7: copiare le cartelle Catroot, Catroot2 e CodeIntegrity da un PC funzionante

Secondo gli utenti, l'errore BSoD di INIZIALIZZAZIONE FASE1 FALLITA a volte appare a causa di cartelle Catroot, Catroot2 e CodeIntegrity danneggiate.

Per risolvere questo problema, gli utenti suggeriscono di copiare queste cartelle da un computer funzionante e sostituirle.

Prima di copiare questi file, assicurati che entrambe le versioni di Windows 10 siano identiche.

Ad esempio, se utilizzi una versione a 32 bit di Windows 10, assicurati di copiare queste cartelle da un altro computer che esegue una versione a 32 bit di Windows 10.

Soluzione 8: disinstallare temporaneamente il software antivirus

In molti casi il tuo antivirus può essere responsabile dell'errore BSoD INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA e per rimediare è consigliabile rimuovere completamente il software antivirus.

La rimozione del software antivirus è relativamente semplice, ma per rimuovere completamente il software antivirus, inclusi tutti i file rimanenti e le chiavi di registro, si consiglia di utilizzare strumenti di disinstallazione dedicati.

Molte aziende antivirus offrono questi strumenti e puoi scaricarli gratuitamente.

Se la disinstallazione del tuo antivirus risolve questo problema, puoi installare l'ultima versione del tuo attuale software antivirus.

Puoi anche controllare il nostro elenco di file migliori programmi antivirus per Windows 10 e scaricane uno diverso.

Soluzione 9: verificare la presenza di software problematico

In alcuni casi, il software può causare la visualizzazione di questo errore, soprattutto se si utilizza Strumenti VPN o altri programmi simili.

Se di recente hai installato o aggiornato un determinato software, disinstallalo per risolvere il problema.

Soluzione 10: eseguire il ripristino del sistema o ripristinare il PC

Se il problema è causato da un software o da un driver problematico, è possibile correggere l'errore BSoD INIZIALIZZAZIONE FASE1 FALLITA eseguendo un Ripristino del sistema .

Per eseguire il Ripristino configurazione di sistema, procedi come segue:

  1. Avvia il file Riparazione automatica processo riavviando il computer durante l'avvio. Potrebbe essere necessario ripetere questo passaggio alcune volte prima di accedere alle opzioni di riparazione automatica.
  2. Scegliere Risoluzione dei problemi> Opzioni avanzate> Ripristino configurazione di sistema .
  3. Scegli il punto di ripristino e segui le istruzioni.

Se il Ripristino configurazione di sistema non ha risolto il problema, è necessario ripristinare il PC.

Prima di iniziare, ti invitiamo a eseguire il backup di tutti i tuoi file importanti poiché questo processo rimuoverà tutti i file e le cartelle dall'unità C. Per avviare il processo di ripristino, procedi come segue:

  1. Avvia la riparazione automatica. Per istruzioni dettagliate, controllare le istruzioni dettagliate sopra.
  2. Scegliere Risoluzione dei problemi> Ripristina il PC .
  3. Selezionare Rimuovi tutto> Solo l'unità in cui è installato Windows 10 .
  4. Segui la procedura e attendi che Windows 10 venga nuovamente installato.

Eseguendo questo processo hai eliminato con successo tutti i file e le cartelle dall'unità C, rimuovendo così qualsiasi potenziale problema software.

Se viene ancora visualizzato l'errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA, è molto probabile che sia causato da un problema hardware.

come realizzare cartelli colorati in minecraft windows 10

Soluzione 11: controlla l'hardware

Se di recente hai installato un nuovo hardware, assicurati di sostituirlo o rimuoverlo poiché potrebbe non essere completamente compatibile con il tuo PC.

Se non è installato alcun nuovo hardware, assicurati di controllare il tuo disco rigido e RAM poiché sono le cause più probabili dell'errore di FASE1 INITIALIZATION FAILED.

Per controllare la RAM puoi usare strumenti come MemTest86 +, assicurati solo di mantenere lo strumento in esecuzione per un paio d'ore per eseguire una scansione approfondita.

Se la RAM funziona correttamente, l'errore è probabilmente causato da un altro componente.

Gli utenti hanno segnalato che anche il tuo disco rigido può causare questo errore, quindi assicurati di sostituirlo.

L'errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA può essere problematico, soprattutto se è causato da un hardware difettoso.

Ci auguriamo che alcune delle nostre soluzioni ti siano state utili e che tu sia riuscito a correggere questo errore.

FAQ: Ulteriori informazioni sul Errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA

  • Qual è l'errore PHASE1 INITIALIZATION FAILED?

INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA è un file Errore BSoD che a volte appare a causa di cartelle Catroot, Catroot2 e CodeIntegrity danneggiate.

  • Come posso correggere l'errore INIZIALIZZAZIONE FASE1 NON RIUSCITA?

Puoi iniziare assicurandoti che Windows sia aggiornato e aggiorna i driver. Ma se non funziona, leggi il nostro guida completa per correggere questo errore BSoD .